A nostro avviso, si possono scegliere gli switches in base a 4 opzioni:

  1. Velocità
  2. Numero di porte
  3. PoE / non PoE
  4. Stackable (impilabile) / Standalone (indipendente)

Velocità

È possibile trovare switches con configurazione fissa a Fast Ethernet (10/100 Mbps), Gigabit Ethernet (10/100/1000 Mbps), 10 Gigabit (10/100/1000/10000 Mbps) e perfino velocità fino a 40/100 Gbps. Questi switches hanno numerose porte uplink/downlink. La differenza downlink/uplink? I downlink connettono gli utenti finali, mentre gli uplink connettono ad altri switches o all’infrastruttura della rete. Attualmente, Gigabit è la velocità d’interfaccia più comune anche se Fast Ethernet è ancora ampiamente utilizzata, soprattutto in ambienti sensibili al prezzo. 40G/100G non è ancora emersa ma sarà lo standard nell’immediato futuro.

Numero di porte

Gli switches a configurazione fissa possono aver configurazioni a 5, 8, 10, 16, 24, 28, 48 e 52 porte. Queste porte possono essere una combinazione di slot SFP/SFP+ per connessioni a fibra ottica, ma più comunemente sono porte in rame con connettori RJ-45 sul fronte, che ti permettono distanze fino a 100 metri. Con i moduli SFP, si parla di distanze fino a 40 chilometri!!!

PoE/non PoE

Power over Ethernet è la capacità che che permette di fornire alimentazione elettrica a un dispositivo (come un telefono IP, una camera di sicurezza IP, un WAP Wireless Access Point) utilizzando lo stesso cavo in cui passa il traffico dati. Uno dei vantaggi di PoE è la flessibilità con cui ti permette di posizionare endpoint dovunque tu voglia (un esempio potrebbe essere posizionare un WAP dentro un muro).

Stackable/Standalone

Se la rete cresce, avrai bisogno di più switches per connettere alla rete un maggior numero di dispositivi. Quando utilizzi switches Standalone, ogni switch è gestito e configurato come entità individuale.

Invece, gli switches Stackable forniscono un modo per semplificare e aumentare la disponibilità della rete. Ad esempio, invece di configurare e gestire gli switches di 48 porte individualmente puoi gestirne 8 come una singola unità, utilizzando switches Stackable: sono vantaggi enormi che ti faranno guadagnare in velocità e operatività.

Fa attenzione a molti prodotti sul mercato che sono venduti come “Stackable”, mentre invece offrono solo una singola interfaccia utente, o un’interfaccia di gestione centrale, per controllare ogni singolo switch. Questo approccio non può essere definito “Stackable”: dovrai configurare ogni caratteristica – ACLs, QoS, ecc. –  individualmente su ogni switch.

Un esempio di switch Stackable “reale” è Cisco Catalyst 2960-X (nell’immagine di copertina).